Iscriviti alla newsletter

Le origini

Ouverture: Capitan Cru, contadino tra i VIP

By 30 Luglio 2019 Febbraio 13th, 2020 No Comments

Benvenuti! Welcome to the jungle, come cantavano i Guns!

Sono Capitan Cru, contadino globetrotter che, in vent’anni di onorata carriera, ne ha viste di tutti i colori.

Ho bevuto e mangiato (e fatto festa) in oltre cinquanta paesi diversi, tra grandi ristoranti e bettole, hotel di lusso  e catapecchie, ho ricevuto inviti a feste strafighe e sono stato testimone di eventi imbarazzanti e di situazioni surreali. 

Vi racconterò le cose più belle, strane e divertenti che mi sono capitate.

Nelle mie storie ci saranno grandi vini, top chef, privé esclusivi… ma anche la parte più oscura e  scandalosa dei mondi di vino e food, quella che nessun altro vi svelerà mai. 

Il tutto filtrato dallo sguardo del contadino. Sono cresciuto infatti in una famiglia italiana di provincia, dove si è sempre parlato in dialetto. Insomma, sono il classico italiano da bar, catapultato in un ambiente al di sopra delle sue possibilità, grazie al proprio lavoro.

“Prendila più bassa”, diceva mio nonno, in dialetto, quando tornavo dai primi viaggi esotici. Au contraire: agli inizi, l’ho presa abbastanza alta. Tuttavia, poco per volta, a forza di lustrini  posticci e altre amenità, ho cominciato a vedere tutto… dal basso.

In questo “World Tour”, tra memorie di vent’anni e attualità stretta,  vi presenterò il rutilante showbiz enogastronomico, come se foste i miei amici del bar. E, al bar, la prima regola è sempre quella di mio nonno: “Prendila più bassa”.  

Detto questo, relax e preparatevi per (argomenti pescati a caso dal mazzo):

  • Pranzo da Christie’s.
  • Degustazioni al Polo Nord.
  • Quando ho messo i dischi e scelto i vini a casa di Marcos (il dittatore, non il subcomandante) e ho visto la stanza delle scarpe di Imelda.
  • Quando ho fatto il giurato nel primo concorso di vini cinesi in diretta tv (cinese) a Pechino, nel 1999. Il podio? Shell, Tamoil e Apilube.

Ci sarà anche “il peggio di”, ovviamente. Ad esempio, oltrecortina:

  • Orizzontali di Vodka, alle 10 a.m. in una stanzetta in Siberia (alla goccia).
  • Berlino Est. Cena e after dinner nell’albergo della Stasi
  • Mosca post-Perestrojka, quando c’era solo  il Night Fly, altro che Hollywood, Old Fashion e compagnia pippante della  Milano da bere.
  • Ho mangiato cavallette fritte messicane, specie cinesi non identificate, addirittura pesce crudo in Russia… la roulette di quest’ultima nazionalità è più safe…
  • Mi sono scofanato dal menù dell’Imperatore, in un 3 stelle a Tokyo, alla cena formale cantonese, col Sindaco (di Canton) ma, alla fine , non toglietemi un piatto di pasta… e una buona bottiglia , ça va sans dire.

 Prima di cominciare , avvertenze per i naviganti:

La mia memoria è labile, vista l’età.

Sono talmente arcaico e sociopatico che non sono (mai stato) sui social. E questo blog nasce solo grazie ad amici caritatevoli, amanuensi digitali che trasmutano le mie evanescenti  grafie su cellulosa in scintillante magia del web.

Per cui, siete avvisati: troverete magari inesattezze e veri e propri errori, voluti e non.

Patti chiari però: è tutto vero, e senza filtro.

Partiamo subito con una prima hit parade della fuffa-enogastronomica.

Nuntereggae più:

  • L’olio tartufato.
  • Gli chef che devono uscire in sala. E che vi chiedono “vi è piaciuto?” con occhi da psycho…
  • Il pomodoro finto, l’uovo finto e tutta la cucina FINTA.
  • “Cassoeula e gamberi di Sanremo” nel Menù Tradizione (?!?!) di un 3 Stelle.
  • Il caffè in Francia. E i francesi ovunque… ma sui vini, chapeaux!
  •  I vini che puzzano (naturali, bio o convenzionali che siano).
  • I vinoni costruiti (come sopra).
  • I Guru che assaggiano – e giudicano – 300 vini al giorno.
  • Le cantine improvvisamente ultracentenarie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi