Iscriviti alla newsletter

Due barrique così

La deriva dei vignapiattisti

By 13 Dicembre 2019 Febbraio 12th, 2020 No Comments

Io lo sapevo che sarebbe andata a finire così.

Si comincia con le maree, e l’aratro da sinistra a destra, e il corno di bue, e si finisce… con venticinquemila sterline a bottiglia.

Rewind.

“Naturale” è il (giusto!) mantra dei nostri tempi.

Troppa chimica in vigna, troppi miracoli in laboratorio, hanno giustamente reso scettico su tanti vini del Nuovo Mondo – ma anche su certi “vini del winemaker” – il bevitore colto. Che, in quanto tale, sa benissimo che un grande vino DEVE essere “naturale”.

Un vino che migliora dopo decine di anni, perché questo è… innanzitutto un grande vino, che DEVE essere integro e meno “aggiustato” possibile in tutte le sue fasi, dalla vigna alla cantina.
Punto.

Capitan Cru e la deriva dei vignapiattisti

Ma naturale non basta più, e allora vai con l’esoterico.

Manco fossimo in California in piena era dell’Acquario, certe degustazioni sembrano più messe dark, officiate da santoni new age fuori tempo massimo. Altro che momenti di sano piacere organolettico! E dopo l’oroscopo, il luddismo, le linee guida del magnetismo terrestre, what’s next?

Noi italiani siamo bravini ma, quando c’è da fare del marketing extreme, nobody beats gli anglosassoni.

La deriva dei vignapiattisti potrebbe quindi generare alien impagabili, puro horror b-movie italiano anni ’70:

1. Le streghe sono tornate. Pinot Noir Reserve de Salem: microclima perfetto per il pinot nero – notti fredde e un bel falò per riscaldare le vigne, relax. Plus: winemaker gotica, degustazione a lume di candela, tour delle vigne su droni a forma di scopa.

2. Clos de Lucifer. Champagne inglese – la deriva di cui sopra – Crowley. Un millesimo eccezionale, 1666 evocato dal grande satanista in persona, degorgiato-decapitato à la volée da potenze oscure. En primeur italiana al Cimitero monumentale di Genova.

Continua: “Il vino più caro del mondo”

Capitan Cru e la deriva dei vignapiattisti

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi